top of page

STOP ALLA FABBRICA DEL PRECARIATO

In questi giorni la scuola italiana è stata definita fabbrica di precari, perché il numero dei supplenti continua a crescere ad ogni inizio di anno scolastico. Eppure da anni i politici hanno sempre dichiarato di voler mettere al centro dei loro programmi la scuola. Ma i risultati sono sotto gli occhi di tutti.

Ospite a Gilda Tv, Antonio Antonazzo, responsabile del dipartimento precari della Gilda.


2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Il disegno di Legge del Ministro Roberto Calderoli sull’autonomia differenziata, che riguarda istruzione, sanità, mobilità e assistenza sociale, dopo l’approvazione del Consiglio dei Ministri verrà d

bottom of page